Home » Attivazione Mentale del cane ®

Attivazione Mentale del cane ®

"L’attivazione mentale del cane ®" consiste nel proporre al cane una serie di giochi da risolvere in piena autonomia. "L’attivazione mentale del cane ®" porta l'animale ad utilizzate la “testa”, a ragionare, a mantenere un atteggiamento calmo e concentrato per poter risolvere il “quiz” che gli viene presentato e ad aumentare la capacità di attenzione. Il cane sviluppa la propria autonomia, mantiene viva la sua curiosità e impara ad interessarsi a tutto ciò che gli viene proposto. Insieme alla conquista della propria autonomia nell’affrontare situazioni difficili viene migliorata e rafforzato il legame con il proprietario poiché questo diventa propositore di nuove attività che danno soddisfazione al cane, gli permettono di sfogare la sua curiosità e voglia di fare sempre cose nuove. Le difficoltà incontrate nel risolvere i giochi, che di volta in volta gli vengono presentati, insegnano al cane a superare quei momenti di stress causati dall’impossibilità di raggiungere immediatamente il proprio obbiettivo, capacità che gli tornerà utile nella vita di tutti i giorni. Seguendo una corretta sequenza, che cambia da soggetto a soggetto, di presentazione dei “giochi” si porta il cane a sviluppare sempre maggiori abilità: utilizzare il muso per spingere un pistoncino, le zampe per muovere un tubo basculante, tirare un piolo per far cadere un biscotto, aprire un cassetto ecc. Normalmente i cani non sono abituati ad intraprendere attività che li impegnano mentalmente, per cui questo tende a stancarli moltissimo, come una corsa all’impazzata nel prato, ma anziché alzare il livello emozionale li aiuta a trovare uno stato di “equilibrio” e di appagamento. Ogni gioco ha una sua utilità, è un piccolo step verso lo sviluppo di nuove capacità cognitive. (fonte www.paolovillani.com)

 - A.S.D. CanePerfetto

 

 

Il Kong

 

 

 

Numerosi studi, tra cui quelli di Hallgreen e Dehasse, dimostrano che i cani che fanno poca attività sono più soggetti di altri a sviluppare problemi di comportamento.

 

Molti cani vivono in città e restano da soli in casa mentre il loro proprietario è assente. Passano la maggior parte del tempo dormendo o, nel peggiore dei casi, strappando la tappezzeria, mordendo gli stipiti delle porte o masticando scarpe.

 

Il bisogno di attività è fisiologico nei cani, è necessario per la loro sopravvivenza, insieme ad altri bisogni primari come la fame, la sete, il riposo. Se non vengono soddisfatte queste esigenze, non possono nemmeno essere prese in considerazione le altre dei livelli superiori, come quelle di sicurezza o di appartenenza.

 

Per far sì che i nostri amici animali non si annoino in nostra assenza, si trovano in commercio degli oggetti che possono essere riempiti di cibo, come il Kong, con cui il cane può giocare anche da solo. Il Kong di certo non può tenere occupato un cane per ore, ma insieme ad altri accorgimenti può rendere il nostro cane più felice.

     

 

Dehasse, con la sua "formula semplificata dell'attività", afferma che le attività più importanti per il cane sono queste:

 

- alimentare;                                                            

- locomotoria;

- vocale;

- masticatoria;

- di gioco;

- intellettuale.

 

La somma della durata di ognuna di queste attività dà come risultato l'Attività Generale, che in media, a seconda della razza, si aggira intorno alle 5 ore giornaliere.

Dato che l'attività è stabile, e che nessuna attività può essere eliminata, si arriva alla conclusione che se aumentiamo un'attività, diminuiremo le altre.

 

Vi faccio un esempio.

Questa è la formula dell'attività:

AGen = AAlimentare + ALocomotoria + AVocale + AMasticatoria + AGioco + 10*AIntellettuale  

(Come potete notare, l'attività intellettuale vale 10 volte le altre. Poi torneremo su questo punto.)

Se il nostro cane ha:

- abbaiato per due ore e mezza (per la gioia dei vicini);

- camminato per un'ora;

- mangiato in mezz'ora;

- masticato un osso di pelle di bufalo per mezz'ora;

- giocato per mezz'ora con i bambini;

- non ha fatto attività intellettuale;

La somma delle attività, e cioè l' AGen, è di 5 ore.

 

Un altro giorno lo stesso cane ha effettuato una lunga passeggiata di 4 ore.

Ha rosicchiato un ginocchio di vitello per 1 ora.

Ha giocato con dei bambini per 1 ora.

Non ha abbaiato.

 

La formula è questa, e spiega come mai il cane non ha abbaiato:

 

AGen (5h) = AA (20’) + AL (4h) + AV (0 h) + AM (1 h) + AG (1h 15’) + 10*AI (0h) = 6 h e 35 minuti

 

Non ha abbaiato perché le attività proposte al cane (6h 35’) hanno superato i suoi bisogni (5h).

Per ridurre un’attività bisogna aumentare un’altra attività. Quindi se si volesse ridurre l’abbaio, dato che l’attività generale è stabile, bisognerebbe aumentare un’altra forma di attività. Quindi si potrebbe dare al cane un osso da rosicchiare o si potrebbe portare a fare una lunga passeggiata.

Non è però possibile ridurre un gruppo di attività fino alla sua scomparsa. Affinché la formula sia efficace, occorre che ciascuno dei suoi elementi vi sia rappresentato.

Il cane non può accontentarsi di correre o risolvere dei problemi; deve poter avere l’uno e l’altro.

 

Dopo questa lunga e doverosa premessa, torniamo all'oggetto di questo argomento, e cioè l'Attivazione Mentale.

 

Abbiamo visto quanto sia importante l'attività intellettuale, addirittura 10 volte più stancante delle altre.

 

Bastano pochi minuti per dare al cane la soddisfazione di aver risolto un problema tutto da solo, per farci apparire ai suoi occhi come propositori di attività interessanti, per migliorare la nostra relazione con lui, per renderlo più sicuro di sè, per svluppare la sua flessibilità cognitiva.

 

Tantissimi vantaggi e nessuna controindicazione.

 

Nel mio canale di YouTube potete trovare dei video con i giochi di Paolo Villani, il primo ed il più grande sostenitore e divulgatore dell'Attività Mentale in Italia, ecco il link: www.youtube.com/user/caneperfetto  

 

Durante il gioco il proprietario è sempre presente, ma non interviene, non aiuta il cane in nessun modo. Non si danno comandi. La durata massima di un singolo esercizio è di 20 minuti. Nel caso il cane non riuscisse a risolvere il gioco lo si sostituisce con uno più semplice, per concludere sempre la sessione in maniera positiva e gratificante per il cane.

 

Se volete mettere alla prova il vostro cane chiamatemi !

 

Vi insegnerò quali oggetti usare, quali evitare perchè pericolosi, come proporre il gioco e come concluderlo.

 

Cell. 338 7130470  o e-mail info@caneperfetto.it

A.S.D. CanePerfetto

Il canale di caneperfetto.it

Associazione Sportiva Dilettantistica CanePerfettoGarbagnate Monastero LCinfo@caneperfetto.it
A.S.D. CanePerfetto

A.S.D. CanePerfetto

La pagina FB di caneperfetto.it

CANI